La sensazione, forse sbagliata, è che Giuseppe Conte venga mandato al fronte senza troppe difese. Quasi che il suo destino, per opposizione (e ci sta) e maggioranza (e qui ci sta un po’ meno), fosse per forza quello di vivere l’inevitabile mitraglia. Antonio Padellaro ha scritto che, nella sua storia di cronista, non ha mai […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Il fondo comune europeo: così si salva l’unione

prev
Articolo Successivo

Le opposizioni Criticare Conte è lecito, ma non si possono ingannare i cittadini

next