Seicentoventimila mascherine che sarebbero dovute essere FFP2 (tra le più protettive) ma che, invece, si sono rivelate un flop, inadatte al servizio sanitario, perlomeno a quello italiano: a comunicarlo, in una email indirizzata agli ordini dei medici chirurghi e odontoiatri di tutte le Regioni, è stato il presidente della Federazione nazionale (Fnomceo), Filippo Anelli chiedendo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“Non ci siamo affidati a una onlus clandestina”

prev
Articolo Successivo

Rama, l’uomo delle contraddizioni albanesi

next