Bisogna stare a casa e questo dovrebbe essere chiaro. Gli stronzi non mancano, non sono mai mancati d’altronde, però dai balconi fisici e da quelli virtuali, ivi compresi molti media, tira un’arietta di pogrom all’amatriciana contro i nuovi untori, i reprobi camminatori o corridori, gli affollatori di metro (ma come ci devono andare a lavorare?) […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Era un pantagruelico, leggerlo significava non sentirsi soli

prev
Articolo Successivo

La Cattiveria

next