Va fatta chiarezza, perché il rischio è che nella confusione sembri che tutti e nessuno abbiano ragione e che non ci si accorga se un diritto sia leso o no. In questi giorni si parla di tracciamento delle persone, di controlli via smartphone e celle telefoniche, della necessità di monitorare chi resta in casa e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Coronavirus, il bestiario delle denunce

prev
Articolo Successivo

Santi silvio e guido, salvatori del nord

next