Di fronte all’epidemia del nuovo coronavirus, le autorità politiche e monetarie sembrano cadere nella stessa trappola di certi generali che fanno la guerra oggi come la facevano ieri: pensano di essere di fronte ad una crisi finanziaria, come nel 2008, mentre questa è una crisi sanitaria senza precedenti che colpisce in pieno l’economia reale. I […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

Dopo la crisi, non rinchiudete (di nuovo) i prof nel cassetto

prev
Articolo Successivo

“Egoismo, il morbo sociale che alimenta l’epidemia”

next