Per chi abbia visto al cinema quel capolavoro di candore che è Mine Vaganti (2 David di Donatello, 5 Nastri d’argento, Premio Speciale al Tribeca di NY) sarà un atto dovuto e insieme un piacere assistere alla sua riduzione teatrale, che è giunta a Roma al teatro Ambra Jovinelli nel decimo compleanno dall’uscita del film. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Tocchi di Salinger per illuminare le donne e Berlino

prev
Articolo Successivo

“La figlia oscura”, arriva un’altra genialata della Ferrante

next