Roberto Andò tornerà sul set a Napoli in primavera per girare Il bambino nascosto, la trasposizione del suo omonimo nuovo romanzo (La nave di Teseo): dirigerà ancora Silvio Orlando a oltre dieci anni dallo spettacolo teatrale Il dio della carneficina. Ambientato nel problematico quartiere popolare di Forcella racconterà la storia di un silenzioso e colto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“Little America”, l’immigrazione attraverso otto storie di persone normali

prev
Articolo Successivo

La sonata a metà del pianista Gabriel

next