A uno come Gianmarco Tamberi non bisogna ricordare quanto è bello. Non bisogna dire quanto gli donino i capelli lunghi e ribelli alla Brad Pitt in Vento di passioni, o ancora le labbra tumide dal cesello perfetto e gli occhi color cioccolato grandi e vivissimi. Perché s’intimidisce: le gote gli si imporporano e smette di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Ecco “Etica pubblica”: la goccia nell’oceano dell’indifferenza

prev
Articolo Successivo

Nuova Volkswagen Golf. Un classico verso il futuro

next