Nell’inchiesta sui presunti fondi neri libici serviti a finanziare la campagna per l’Eliseo di Nicolas Sarkozy, quella vincente del 2007, un nuovo elemento mina la difesa dell’ex presidente francese, indagato dal 2018 per corruzione passiva: stando al giornale on line Mediapart, un ex collaboratore stretto di Sarkozy, Thierry Gaubert, avrebbe ricevuto infatti un versamento di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Divisi alla meta: la Nato ha poco da festeggiare

prev
Articolo Successivo

BoJo ha paura che The Donald gli dia il “bacio della morte”

next