I treni per i pendolari usati come strumento per la propaganda politica della Lega. È quello che emerge dal colloquio tra due uomini del partito di Matteo Salvini, che parlano dell’imminente arrivo dei nuovi convogli Trenord, attesi da anni dai pendolari lombardi che subiscono i disagi e i ritardi causati da un parco treni fatto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

I soldi per lo sport salvano solo le federazioni

prev
Articolo Successivo

“Io disabile e senza casa, mollata da Salvini”

next