Baciami ancora, Breznev. Da trent’anni Erich Honecker, leader della scomparsa Repubblica democratica tedesca, ha le labbra strette intorno a quelle del capo dell’altrettanto svanita Unione Sovietica su un muro di Berlino. Il giornalista Regis Bossu fece la foto, il pittore Dimitry Vrubel fece il disegno e la Storia ha fatto tutto il resto. Nella notte […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Er gnappa” e i suoi fratelli Roma, anziani di malavita

prev
Articolo Successivo

Bloomberg sfida Trump Casa Bianca, la politica è un affare da miliardari

next