“La situazione è grave ma non seria, nel senso che lo stallo politico determinatosi in Israele in seguito alle elezioni di sei mesi fa e rinnovato dal risultato di quelle attuali, sarebbe risolvibile con l’uscita di scena di un solo uomo: il primo ministro Benjamin Netanyahu”. Dov Alfon, grande conoscitore dell’Europa e amante dell’Italia, usa […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Il buono, il brutto e il cattivo: il piano per fare fuori Bibi

prev
Articolo Successivo

Spagna, Regno Unito, Belgio e Olanda: la nuova tendenza è il voto “inutile”

next