La notizia è arrivata ieri mattina: la Corte di giustizia Ue ha condannato l’Italia per la vicenda Xylella, il batterio che si ipotizza causi il disseccamento rapido (detto CoDiRO) degli ulivi pugliesi e che è considerato un’emergenza da almeno sei anni. L’Italia non ha espiantato per tempo gli alberi infetti, né ha terminato il monitoraggio. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Monopattini, una (triste) rivoluzione mancata

prev
Articolo Successivo

“Nel mondo ha vinto l’egoismo”

next