Deciso: sarà una fondazione (e non una società per azioni) a guidare la macchina organizzativa per le Olimpiadi invernali 2026 vinte dalla strana coppia Milano-Cortina. Le sorti dell’evento sono in mano a cinque persone: il presidente del Coni Giovanni Malagò, i sindaci di Milano e Cortina Giuseppe Sala e Giampietro Ghedina, i presidenti di Lombardia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

Da “Renzi è vita” a “si piange”: chi voteremo?

prev
Articolo Successivo

Franzaroli 2908

next