Se non avessimo consacrato un pezzetto del nostro cuore all’ultimo glorioso epigono della commedia all’italiana, Matteo Renzi, e non sperassimo diuturnamente in un suo ritorno sulle scene da protagonista, saremmo tentati di buttarci sull’amico Luca Lotti. Egli già lunedì ci aveva fatto sognare: intercettato dai cronisti all’uscita del tribunale dove è stato ascoltato per la […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Procure e nomine: è l’ora del coming out

prev
Articolo Successivo

Milano-Cortina, i titoli da diabete rendono ciechi

next