Stavolta la minaccia è precisa e fissa anche la scadenza: il 6 settembre prossimo. Se per quella data il governo non reintrodurrà lo scudo penale per i vertici dell’ex Ilva, lo stabilimento “verrà chiuso”. La bomba l’ha sganciata ieri Geert van Poelvoorde, capo per l’Europa di ArcelorMittal, il colosso franco-indiano che ha rilevato il gruppo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Autonomia, lo stop di Conte irrita Zaia & C.

prev
Articolo Successivo

Mercato, nuova Aia: i “motivi” per chiudere

next