Ora Luigi Di Maio è più trapezista che capo. Cammina sul filo della crisi con il terrore del vuoto e un unico scopo, “far passare la nottata” come sintetizza un big. Però è come se avesse una benda sugli occhi. “Non riesco a capire cosa voglia fare Matteo Salvini, non so decifrarlo” ammette ai ministri […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“Nervi saldi, Salvini cerca pretesti per votare subito”

prev
Articolo Successivo

Trasparenza, alla Camera prime sanzioni: da Fico daspo a 11 lobbisti

next