Vince la Palma all’unanimità Parasite del coreano Bong Joon-ho, e per il grande favorito Pedro Almodóvar c’è solo Dolor. O, meglio, c’è Gloria per interposta persona, Antonio Banderas, che si aggiudica il Prix d’interprétation masculine per il ruolo di Salvador Mallo, un regista che Almodóvar ha ispirato a se stesso. Detto così, si capisce, fa […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Ho avuto grane per le Br e passo da antipatica: però, se uno è scemo, è scemo…”

prev
Articolo Successivo

Tra Nibali e Roglic vince Carapaz. Salta ascesa al Gavia

next