Applausi ieri pomeriggio a Monterotondo (Roma) all’uscita del feretro di Lorenzo Sciacquatori, il 41enne ucciso domenica scorsa dalla figlia Deborah, ora in libertà, accusata di eccesso colposo di legittima difesa. I funerali del padre sono stati celebrati davanti a circa 200 persone: “Non era un mostro, ha sbagliato solo perché esagerava con l’alcol – racconta […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese