Rottamare il giglio sui cappelli dei vigili fiorentini e tornare al caro vecchio Pegaso che rappresenta la Toscana. La polemica tra il Comune di Firenze e la Regione si gioca tutta sui simboli e, a dieci giorni dalle elezioni amministrative, ha un che di “sovranismo” in salsa toscana. Il giglio fiorentino fu reinserito sui copricapi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Il maresciallo Mandolini disse al teste Casamassima: “Ti rendi conto di quello che hai fatto?”

prev
Articolo Successivo

Avola: “Così noi siciliani sparammo a Scopelliti”

next