Si fa davvero fatica a intravedere il nuovo corso del Pd di Nicola Zingaretti. Mettiamo in fila due fatti. Il primo: lunedì 13 maggio si scopre che è indagato per voto di scambio politico-mafioso Franco Alfieri, ex sindaco di Agropoli, candidato a Capaccio-Paestum, braccio destro del governatore Vincenzo De Luca, personaggio quasi letterario per la […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

cattiveria

prev
Articolo Successivo

“Urna non olet”: Zingaretti non rompe con il passato

next