Andare o non andare: that is the question. Attorno al Salone del libro di Torino (straziato in questi anni da indicibili guai e salvato dalla dedizione e dagli sforzi del gruppo di lavoro guidato dal direttore editoriale Nicola Lagioia) si sta consumando un dramma a cui non siamo nuovi. Come è noto all’intero orbe terracqueo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

B. e la triste parodia del don Giovanni

prev
Articolo Successivo

L’Europa e l’era delle alleanze senza impegno

next