Alle sette e qualcosa della sera, il premier che vuole sempre mediare non media più. Perché è furibondo e stufo, di Armando Siri. Così gli lancia un avviso di sfratto che mette la Lega di fronte a un bivio e il governo più vicino al precipizio verso cui correva da settimane, quello della crisi. “All’ordine […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La cattiveria

prev
Articolo Successivo

Salvini furibondo ma non “s’impicca” al sottosegretario

next