Lo scontrino fiscale, così come lo conosciamo oggi, non festeggerà i suoi 36 anni (l’obbligo è scattato nel 1983 per volontà dell’allora ministro delle Finanze Franco Reviglio, alla cui ombra sono cresciuti Giulio Tremonti, Domenico Siniscalco, Franco Barnabè e Mario Baldassari). Dal 1° luglio entrerà in vigore lo scontrino elettronico o telematico per i commercianti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

“Marchionne voleva comprare General Motors”

prev
Articolo Successivo

Stop nomine politiche: il M5s ci prova

next