“Coincidenze, sono solo le coincidenze che ognuno vuole vederci. La nostra festa di Primavera è caduta la sera del 19 aprile, non perchè il 20 aprile è la data di nascita di Hitler, ma perchè è il venerdì di Pasqua, il periodo ideale visto che dovevano arrivare ragazzi da tutta Europa. Non prendetevela con noi, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Non dimenticate la storia di mia zia, Rita Atria”

prev
Articolo Successivo

Il vescovo: “La nostra è una città crocifissa che non risorge. Siamo fermi al Venerdì Santo”

next