Nessuna responsabilità per il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il vicepremier Luigi Di Maio e al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli rispetto alla gestione dei migranti della Diciotti. Lo ha deciso il Tribunale dei ministri di Catania che, per gli stessi fatti, aveva invece chiesto il processo per Matteo Salvini, ipotizzando a […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

I negoziati concreti dietro le battaglie ideologiche

prev
Articolo Successivo

Nardella, Adinolfi e gli altri: la grande rete del generale-candidato

next