Mentre scrivo, Umberto Bossi lotta fra la vita e la morte all’ospedale di Varese. Oltre ovviamente ai familiari, tutti, anche coloro che gli furono acerrimi avversari, si augurano che se la cavi e credo che sia un augurio sincero perché di fronte ai “nuclei tragici dell’esistenza”, fra cui la morte sta al primo posto, la […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Bossi ricoverato, in ospedale solo Giorgetti e Fontana. Leoni: “Lasciato solo? Per gli amici dell’Umberto c’è la scomunica”

prev
Articolo Successivo

L’altra strada del fu Renzi, signore dei like e del 41%

next