Kateryna “Katya” Handzyuk, consigliera comunale e attivista anticorruzione, a novembre è morta in Ucraina dopo 96 giorni di agonia: aveva subito un’aggressione con l’acido, che l’ha prima sfigurata, lasciando ustioni tanto gravi da procurarle la morte. Il motivo per cui è stata aggredita, ritengono i suoi amici, è stata la sua attività di denuncia di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Tutti i misteri di villa ucraina

prev
Articolo Successivo

Fra l’India e il Pakistan. Allah contro induismo: quei jihadisti in Kashmir

next