Prima a turno con gli altri detenuti si è occupato della pulizia, poi un passaggio anche in cucina. Ma da due giorni, Luigi Lusi – ex tesoriere condannato di quella che fu la Margherita – ha cominciato a lavorare in un call center di Avezzano, in provincia de L’Aquila. Grazie a un permesso lavorativo per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La banda del Nokia e la grande truffa del concorso per la polizia penitenziaria

prev
Articolo Successivo

Strangolarono Sana, confessarono il delitto Ma per il Pakistan “mancano prove certe”

next