E il destino, si dice. Ad Agliana, Massimiliano Allegri, arrivò su consiglio di un giornalista locale, Enzo Cabella, tifosissimo degli “arancioni” della Pistoiese. Gianni Doni, all’epoca direttore sportivo e, oggi, presidente dell’Aglianese: “Eravamo in serie D, il patron Silvano Pieralli titolare di un’azienda di filati, voleva provare a vincere il campionato e così diede l’ok per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

L’Aquila, dopo il terremoto

prev
Articolo Successivo

Tata Nano al capolinea. Finisce il sogno dell’ultra low cost

next