La vita non è mai stata granché tenera con Sandro Gozi, sin da quando lo ha fatto nascere Sandro Gozi. La sua notorietà mediatica è durata meno di un successo di Memo Remigi a Woodstock. In breve tempo, nel Pantheon dei fiancheggiatori garruli della Diversamente Lince di Rignano, è stato sopraffatto da chiunque. Persino da […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Libia e migranti: non si vede alcun piano B

prev
Articolo Successivo

Trivelle, balla l’intesa M5S-Lega

next