Germania e Francia hanno rimandato le aste in primavera. In Portogallo le Telco hanno chiesto di spostarne il lancio di 3-4 anni. In Svizzera ritengono si debba prima avanzare negli studi sugli impatti. In Italia, come a Bruxelles, il 5G è invece visto come opportunità per il rilancio economico. Il primo ottobre il governo ha […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Rivoluzione 5G. Tra antenne e i troppi rischi ignorati dall’Ue

prev
Articolo Successivo

Baricco dimentica le mille sfumature tra élite e popolo

next