Magari passerà alla storia, o meglio alla cronaca, come il “patto del bombardino”. Fatto sta: Alessandro Di Battista è tornato in pista. Nella fattispecie, una pista da sci delle Dolomiti. Il Capodanno dei Cinque Stelle è (quasi) tutto nell’abbraccio tra i due gemelli diversi del Movimento: dopo il lungo peregrinare mesoamericano Di Battista rientra a […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Malagò perde l’impero e ingaggia Alpa: consulenza al maestro del premier

prev
Articolo Successivo

L’Italia di “Felicizia” contro il Male di Sauron-Salvini

next