Rinviato a giudizio l’ex deputato Denis Verdini, accusato di finanziamento illecito ai partiti, nel filone dell’inchiesta di Messina sulla compravendita di sentenze. Avrebbe ricevuto 300 mila euro dall’avvocato dell’Eni Piero Amara, affinché sponsorizzasse la nomina dell’ex giudice Giuseppe Mineo al Consiglio di Stato. Verdini avrebbe quindi consegnato il curriculum del magistrato a Luca Lotti, sottosegretario […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)