Liberi e uguali sulla strada della divisione. Grasso e Speranza ieri all’Assemblea di Roma sono stati su posizioni opposte, tra la volontà del primo di andare avanti e quella dell’altro di fare un nuovo soggetto. “Non dobbiamo costruire un quarto, quinto o sesto partitino di sinistra. Al contrario. Vogliamo andare avanti, con lo spirito con […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)