Chiede scusa al caseificio che avrebbe dovuto visitare ieri sera a Corleone, Luigi Di Maio, perché quella pubblicata da Repubblica una bufala non è: davvero Maurizio Pascucci, candidato sindaco del M5S nella città simbolo di Cosa Nostra, s’è fatto fotografare con Salvatore Provenzano, marito della nipote di Zu’ Binnu. E davvero, tra i punti distintivi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Stampa, che passione. Ma soldi e affari sono in Lussemburgo

prev
Articolo Successivo

Cronisti precari? Meglio il dibattito Pd

next