Ogni giorno gialloverde ha la sua pena. E per non bruciarsi su una materia infiammabile, ossia la trasparenza sui soldi ai partiti, questa volta i coinquilini che non si sopportano hanno buttato la palla in tribuna, anzi in aula. Tradotto, via i due emendamenti dei 5Stelle in commissione al disegno di legge Anticorruzione, che alzavano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il condono si sgonfia ma la Lega adesso pensa a nuove sanatorie

prev
Articolo Successivo

Presidenza Istat, Cgil: “Il profilo di Blangiardo è incompatibile”

next