Il Viminale si smarca e chiede 60 milioni di euro di risarcimento per “danno all’immagine” ai tre poliziotti imputati a Caltanissetta con l’accusa di aver “indottrinato” il falso pentito Vincenzo Scarantino. E così il processo per il depistaggio di via D’Amelio, ieri alla sua udienza di apertura, entra subito nel vivo di una questione incandescente: […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Fuscaldo, retata in Comune: arrestati sindaco e vice

prev
Articolo Successivo

Le ragazze sono tornate. Dandini & C: “Un tutorial per il macho disorientato”

next