Più che intimorire, il nuovo regolamento della polizia municipale di Novara, approvato dopo 90 anni dall’amministrazione guidata dal leghista Alessandro Canelli, provoca le ironie sui social network e il fastidio degli esercenti. A destare scalpore è soprattutto il divieto di “mostrarsi in pubblico in abiti che offendano il comune senso del pudore”, un’espressione che rimanda […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese