Il presidente più divisivo dalla fine della dittatura brasiliana, Jair Bolsonaro, ha “convinto” il magistrato più divisivo del Brasile a farsi nominare ministro delle Giustizia. Anzi, super ministro visto che Sergio Moro sarà anche titolare del ministero della Sicurezza pubblica. Durante i comizi e le interviste intercorsi tra le consultazioni del 7 ottobre e il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

I camionisti migranti che guidano senza esami

prev
Articolo Successivo

Google, marcia mondiale contro le molestie

next