Bisogna difendere Craxi dai craxiani. Ogni mesto raduno in suo onore si trasforma in una triste messinscena che, invece di riconoscere quello che di buono c’era in lui e nella Prima Repubblica (il primato della politica sugli affari, che c’erano, ma che poi nella Seconda hanno preso il sopravvento), finiscono per ridurlo a una macchietta […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Il papa inizia a svoltare verso destra

prev
Articolo Successivo

Processo Eni, Zingales accusa Descalzi: “Diceva che con le mie domande paralizzavo l’azienda”

next