Ha atteso che tutte le altre detenute sfilassero per le scale vicino ai locali della mensa, poi ha lanciato giù i suoi due figli, la più piccola di appena 6 mesi e il primogenito di 2 anni. Sono schegge di una violenza inaudita quelle che emergono dalle prime ricostruzioni della tragedia avvenuta ieri mattina nella […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

I ragazzi detenuti di Nisida: – “Giusto togliere i figli ai papà boss”

prev
Articolo Successivo

Morandi, sospesi i dipendenti delle email notturne

next