L’ex presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva ha inviato la sua prima lettera pubblica dal comando della polizia di Curitiba, dove è rinchiuso da dieci giorni per scontare una pena di 12 anni di carcere per corruzione. Lula ha ribadito che sfida “la polizia federale, la procura e (il giudice) Moro perché forniscano le […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

“Lava Jato è come Mani Pulite. I giudici non fanno politica”

prev
Articolo Successivo

Cercate i guardacoste libici? Telefonate a Roma: 06/…

next