Appoggio esterno della Lega al governo di Luigi Di Maio. Un accordo vero, dopo. Se fanno così – e avrebbero la maggioranza – durano cinque anni. La vera partita, poi, se la giochino dopo: nella prossima legislatura. Nel frattempo, giusta malizia, succedono due cose: il sistema, messo momentaneamente al tappeto col voto del 4 marzo, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Macerie salutari per la sinistra. Il Pd faccia nascere governo 5S”

prev
Articolo Successivo

Nuovo governo, da Pif a Pasquino: gli sponsor del dialogo tra Pd e grillini (pur di far fuori la Lega)

next