Un corteo nel centro di Brescia. In difesa dei Sinti. Degli zingari, come ormai li chiamano in molti. “Speriamo vada tutto bene”, sussurravano ieri pomeriggio i dirigenti della polizia. Già il luogo era un simbolo per una manifestazione anti-razzista: piazza della Loggia dove nel 1974 un attentato fascista uccise 8 persone. Nelle ultime due settimane […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Salvini giura, i centri sociali si scontrano con la polizia

prev
Articolo Successivo

Marianna Madia ci chiede i danni per i pezzi sulla tesi di dottorato. Ma il Fatto li chiederà a lei

next