Draghi prende tempo prima dell’Armageddon

“Le decisioni sul Quantitative easing a ottobre. L’euro forte è un problema”

8 Settembre 2017

Mario Draghi si è presentato in conferenza stampa a Francoforte, al termine del consiglio direttivo della Bce che ha lasciato i tassi a zero (“e così devono rimanere a lungo”), fortemente intenzionato a non dire nulla: bisogna dire che in larga parte ce l’ha fatta, ma questo non ha impedito ai famosi mercati di reagire […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.