Sembra sempre più vicino uno sciopero dei commercialisti italiani. Un’ipotesi prospettata anche dal presidente dell’Ordine, Massimo Miani. Crescono gli adempimenti fiscali che gravano sui professionisti, con i redditi scesi del 14% dal 2007 (ora sono in lieve ripresa) e la categoria è in rivolta contro governo e Agenzia delle Entrate. Miani, che finora ha preferito […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Global service, i mega-appalti che allo Stato non convengono

prev
Articolo Successivo

Il governo impone a Intesa e Unicredit di salvare le venete

next