Quale che sia la data delle prossime elezioni, i parlamentari in carica possono stare tranquilli: la loro pensione è al riparo da qualsiasi sorpresa. Con buona pace dei 5Stelle, che in questi giorni hanno proposto di votare addirittura il 10 settembre per cancellare uno degli ultimi privilegi degli eletti dal popolo. La questione è nota: […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Voto anticipato, l’idea del Pd: proporzionale, via il premier e poi manovra

prev
Articolo Successivo

“Il sistema tedesco è l’unica soluzione. Però le urne anticipate sono un pericolo”

next