Questa sera si volta pagina nella vita politica francese”. Sono le prime dichiarazioni di Emmanuel Macron. Il candidato si fa attendere. Alcune migliaia di militanti lo aspettano nel padiglione della porte de Versailles sventolando bandiere tricolori e europee. “Macron presidente!”, gridano. Arriva solo dopo le 22 accompagnato dalla moglie Brigitte. Stringe mani, sorride, saluta. Fino […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La Cattiveria 2404

prev
Articolo Successivo

Il derby “populista”: Mme anti-Europa e il nuovo volto chic

next