Una girandola di rimpalli, promesse e minacce di fare sfracelli con un’unica certezza: gli abruzzesi sono beffati due volte e sono gli unici incolpevoli di una situazione al limite del grottesco. L’ultima sparata è arrivata ieri dal presidente della Regione Luciano D’Alfonso: “Enel ha il dovere di controllare: 50 milioni di investimenti effettuati nel 2016 […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Nel paese che non c’è più sulla diga che mette paura

prev
Articolo Successivo

“Offro una casa agli sfollati, ma nessuno mi risponde”

next